Anidrite

L’anidrite di produzione Fluorsid è un solfato di calcio (CaSO4) anidro: un materiale stabile, non tossico e non nocivo. Il suo utilizzo sta aumentando costantemente e rappresenta un‘alternativa ecologica al gesso reperibile in natura.

Dalla reazione chimica tra la fluorite (CaF2) e l’acido solforico (H2SO4) Fluorsid ottiene, oltre alla produzione di acido fluoridrico, quella del solfato di calcio, che viene successivamente macinato in appositi impianti di micronizzazione.

L’anidrite viene impiegata nell’industria delle costruzioni, nell'edilizia residenziale e delle opere pubbliche: nei premiscelati, per la posa di sottofondi autolivellanti e pannelli fonoassorbenti, per intonaci interni, tramezzi e pavimentazioni sopraelevate, massetti e malte. Può essere inoltre utilizzata in larga scala per la correzione e la bonifica di terreni da destinare ad uso agricolo e nell’industria dei fertilizzanti.

La capacità produttiva di anidrite macinata supera le 100.000 tonnellate annue, grazie all’utilizzo di quattro unità di macinazione in parallelo.

L’anidrite macinata è disponibile alla rinfusa (in autocisterne con scarico pneumatico, in containers e su navi alla rinfusa) o in sacconi da 1 t o 1,5 t.

Scheda Tecnica e Scheda di Sicurezza.